La Chiesa Protestante Unita esprime le proprie preoccupazioni circa l’escalation militare che sta avendo luogo tra Ucraina e Russia senza che le grandi potenze sembrino in grado di interloquire pacificamente e senza pregiudizi reciproci.
«Non vogliamo entrare nelle profonde motivazioni di carattere storico, culturale, politico ed economico – afferma il M. Rev. Andrea Panerini, Vescovo della Chiesa Protestante Unita – poichè in queste situazioni colpe e responsabilità non sono mai di una sola parte, ma è assolutamente necessario che i Governi interessati possano dialogare diplomaticamente per una soluzione politica del conflitto senza insensate avventure militari da entrambe le parti e si raggiunga un cessate il fuoco. È indispensabile che si possano aprire dei corridori umanitari sicuri per profughi e sfollati e per intervenire a supporto delle popolazioni. Oggi più che mai è imperativa la pace, una pace che è opera di giustizia e riconoscimento delle aspirazioni dei popoli», conclude il Vescovo Panerini.

Pubblicità